Recensione Cuspid Spirits Haiti Rum

Degustazione Rum Cuspid Spirits Haiti Rum

info-tabella-prodotto
X

Descrizione

Cuspid Spirits Haiti è un rum con invecchiamento tropicale e continentale, imbottigliato e distribuito dalla Cuspid Selections di Parma, società che risulterà nota ai più assidui frequentatori di festival, soprattutto nel territorio italiano.

Informazioni su Cuspid Spirits

Il Brand Cuspid Spirits nasce in piena pandemia, nel 2020. L’ideatore è Giuseppe Bezza (Cuspid Selections). Grande appassionato di distillati, si è lasciato trasportare nel mondo del whisky, del cognac, dell’armagnac e ovviamente in quello del nostro amato Rum. Siamo di fronte ad un piccolo imbottigliatore indipendente italiano (Parma) che ho avuto modo di conoscere per la prima volta durante uno dei Whisky Festival a Milano.

Massima attenzione è rivolta alla selezione delle botti con lo scopo di trasmettere agli appassionati la vera essenza del territorio da cui arrivano.

Come spesso capita, a muovere le redini è in primis la passione e l’amore per questi prodotti, senza ovviamente tralasciare la voglia di creare qualcosa che sia anche redditizio, come è giusto che sia.

Molto curate le etichette che presentano grafiche ad hoc e che danno un tocco di eleganza che non guasta mai.

Sono già diversi gli imbottigliamenti commercializzati sotto il Brand Cuspid Spirits, oltre ai già citati whisky, cognac e armagnac, troviamo i distillati di canna da zucchero provenienti da Haiti, Fiji, Barbados, Demerara e Jamaica. Come consuetudine la maggior parte di questi hanno un mix di invecchiamento tropicale e continentale.

Nota dolente, i prezzi, ma è un qualcosa a cui siamo ormai abituati. Per gustare la maggior parte di questi prodotti bisogna metter mano al portafoglio.

Recensione Cuspid Spirits Haiti Rum

Il Rum Cuspid Spirits Haiti è prodotto dalla distillazione di puro succo di canna a Port au Prince ad Haiti. La distilleria non viene dichiarata, ma dalle informazioni trovate sul sito posso immaginare che stiamo parlando di Barbancourt. Distillazione in colonna (2004) e invecchiamento in botte di ex-bourbon. Su questo ultimo punto, sulla pagina Instagram dell’imbottigliatore, ho letto che si tratta di un invecchiamento di 6 anni in clima tropicale e di 11 anni in clima continentale: il totale è 17 anni di invecchiamento. Il trasferimento della botte è stato fatto nel 2010, dopo il terremoto di Haiti. Il rum è stato imbottigliato in Scozia nel 2021. In etichetta viene segnalato che dalla botte (la numero 8) sono state realizzate 260 bottiglie, sul sito viene indicato 251, poco importa.

Classificare questo distillato non è stato per nulla semplice, diciamo che ho applicato una forzatura alla Classificazione del rum di Luca Gargano, e l’ho inserito tra gli “agricole rhum” dando maggiore importanza alla materia prima rispetto all’alambicco (mi risulta che la distilleria Barbancourt ha a disposizione un alambicco a tre colonne).

Caratteristiche Cuspid Spirits Haiti Rum

Il rum presenta un colore dorato, chiaro. Da una parte certifica l’invecchiamento prevalentemente continentale, dall’altra mi vien da pensare che la botte non fosse poi così carica (forse di secondo passaggio?). Al naso si percepisce l’invecchiamento, più che dal colore, con note di vaniglia accompagnate da aromaticità fruttate tendenti all’agrumato. Il palato conferma quanto il naso aveva già anticipato: vaniglia, frutti esotici e agrumi accompagnati dal legno e spezie. Finale di media persistenza.

Molto distante dai toni e dai sentori classici dei Clairin, sporchi e molto “forti”, qui si devia più su una certa eleganza e delicatezza che rende questo rum più vicino ad un distillato da “tutti i giorni”, se non fosse per il prezzo. Assolutamente e obbligatoriamente da bere in purezza.

Informazioni aggiuntive

Brand

,

Esteri

N.D.

Gradazione

Livello

Nazione

,

Suddivisione Esteri

Suddivisione Gradazione

Valutazione

Zuccheri/Additivi

No

Tipologia

, , , , , ,

Torna in alto