Recensione Damoiseau Millésime 1989

Degustazione Damoiseau Millésime 1989

info-tabella-prodotto
X
58.4 %
N.D.
No
200.00

Descrizione

Damoiseau Millésime 1989, rhum millesimato di casa Damoiseau, distribuito da Onesti Group.

Damoiseau Millésime 1989: Recensione

Il Rhum Damoiseau Millésime 1989 è il primo millesimato del brand Damoiseau che ho avuto modo di assaggiare. Rhum di puro succo di canna e melassa (non trovo info ufficiali ma chiedendo alle mie fonti ho avuto conferme in tal senso), fermentazione entro le 36 ore, distillazione in colonna e invecchiamento di quasi 21 anni. Da aprile 1989 a gennaio 2010. Imbottigliato a grado pieno da un’assemblaggio di 47 diverse botti in bottiglie da 50cl. All’interno della scheda caratteristiche l’ho segnalato come “Traditional Rum” non essendo un Rhum di puro succo di canna.

Colore ambra con tonalità orange. Al naso si presenta corposo con vaniglia, cannella, caramello, agrumi e legno. Palato mediamente secco con note speziate, torna la frutta con cenni agrumati, il legno con sentori di tabacco e cacao amaro: il grado alcolico non infastidisce per nulla, anzi da forza e complessità. Finale: lungo, resta persistente il legno con frutta secca.

Inutile ribadire che si tratta di un imbottigliamento che ormai gira tra aste e collezionisti, molto difficile da trovare. Il grado alcolico, se pur elevato, si sposa alla grande con i gusti e la corposità di questo rhum che ricorda quasi più i rum di melassa che i puri rhum agricole.

Consigliatissimo l’assaggio, soprattutto se siete amanti delle note legnose e del retrogusto leggermente amaro che stimola la bevuta, l’acquisto dipende dalla disponibilità economica e dalla fortuna. Io mi sento più vicino alla recensione di The Lone Caner (entustiasta) rispetto a quella di Whisky Fun…sta a voi decidere.

I Rhum Millesimati Damoiseau

I rum millesimati sono particolari tipi di rum che vengono prodotti utilizzando il succo di canna da zucchero o la melassa raccolti in un unico anno. Il termine deriva dal francese “millésime” che si riferisce all’anno di raccolta delle uve per la produzione di vino. Nel nostro mondo, si riferisce all’anno di raccolta della canna da zucchero.

Il primo rum millesimato Damoiseau è il 1980 uscito nel 1998 (seguito quattro anni dopo dalla versione Damoiseau 1980 di Velier, diventata poi iconica). A seguire sono usciti i millesimati 1989, 1991 e 1995 tutti affiancati da una versione “prodotta” da Velier, anche se con diversi anni di invecchiamento. Questa sarebbe un’ottima storia da approfondire, qualche cenno lo trovate anche all’interno del libro di Luca Gargano “Nomade Tra i Barili“. Due sono le certezze: tutti questi rhum, prima di essere imbottigliati, sono stati trasferiti dalle botti a grandi tini di legno (inattivi o poco attivi) con lo scopo di preservarne le aromaticità nel corso degli anni; altra certezza è che questi rhum non sono 100% puro succo di canna ma hanno una percentuale, più o meno variabile, di melassa.

Una menzione a parte merita il Damoiseau 1953, un vecchietto di 31 anni imbottigliato nel 1984 e che è ancora reperibile in asta (cosa non da poco), anche se a prezzi molto elevati.

Altri millésime prodotti sono il 2007, il 2008 e il 2009. Questi sono ancora acquistabili a prezzi accettabili a differenza di quelli citati sopra, soprattutto nelle release Velier.

Informazioni aggiuntive

Brand

Esteri

N.D.

Gradazione

Livello

Nazione

Suddivisione Esteri

Suddivisione Gradazione

Valutazione

Zuccheri/Additivi

No

Tipologia

, , , ,

Torna in alto